Torta all’arancia e zafferano

… finalmente è l’ora del the! #iorestoacasa

Per chi sta lavorando da casa, per quelli che non sopportano più questa quarantena e per tutti quelli che sono golosi H24 in qualsiasi periodo dell’anno: vi propongo una torta facilissima per spezzare la giornata.

È un dolce croccante fuori e soffice all’interno con una glassa golosissima all’arancia e quel sapore nascosto del nostro zafferano ZOI che dà un tocco di magico alla giornata.

Ma se non credete, vi sfido a provarla e a inviarci i vostri commenti… e suggerimenti, perché no?!

ingredienti
  • 220 gr farina
  • 80 gr fecola di patate
  • 150 gr zucchero
  • 200 gr zucchero a velo
  • 130 gr burro
  • 200 ml panna da cucina
  • ½ bicchiere di latte
  • 4 uova
  • 16 gr lievito in polvere
  • 1 arancia
  • un pizzico di sale
  • 10 stimmi di zafferano ZOI
preparazione
  • Per prima cosa scaldiamo il latte in un pentolino e appena raggiunge il bollore spegniamo il fuoco.
  • Polverizziamo gli stimmi di zafferano: chiudiamo gli stimmi in un quadratino di carta forno e schiacciamoli con il dorso di un cucchiaio.
  • Aggiungiamo gli stimmi al latte caldo e lasciamo in infusione per 40 minuti. [già si sente il profumo intenso dello zafferano che si spande in tutta la cucina]
  • Nel frattempo, poco prima che il latte aromatizzato sia pronto, prepariamo il resto degli ingredienti secchi in una ciotola [o nel mio caso nell’impastatrice]: farina, fecola di patate, zucchero, sale, lievito e scorza d’arancia.
  • Mischiamo il tutto e aggiungiamo man mano nell’ordine il burro, le uova, la panna da cucina e il latte con lo zafferano.
  • Preriscaldiamo il forno a 180°.
  • Imburriamo una tortiera e versiamo l’impasto della nostra torta.
  • Inforniamo per 40 minuti circa. [sarà pronta quando la vedrete dorare e infilzandola con uno stecchino, ne uscirà asciutto]
  • Sforniamo e mentre la torta sta raffreddando, mettiamo il succo dell’arancia e lo zucchero a velo in un pentolino antiaderente a fuoco vivace e continuiamo a mescolare per qualche minuto per far restringere la glassa. [non troppo perché raffreddandosi si addenserà ulteriormente]
  • Togliamo la torta dalla tortiera, versiamoci sopra la glassa e aspettiamo che il tutto raffreddi per poterla mangiare. [l’attesa non sarà facile!]

A questo punto siamo pronti per una deliziosa merenda da accompagnare con una buona tazza di the.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *