Scopriamo insieme lo Zafferano

i nostri fiori di zafferano

La spezia chiamata zafferano si ricava dagli stigmi del fiore di Crocus sativus, appartenente alla famiglia delle Iridaceae. Pianta erbacea perenne, che può raggiungere un’altezza di 30 cm., nasce spontanea in Asia Minore e nell’Europa orientale, ma è coltivata con successo anche in Italia, dove ZOI, da anni, coltiva con amore nei sui bellissimi campi delle campagne lombarde vicino ad Ostiano (Cr).

La radice è un bulbo-tubero sferico, carnoso e bianco all’interno, mentre esternamente è rivestito da membrane bruno-rossiccie. Le foglie sono numerose, sottili, lineari, simili a fili d’erba, e di colore grigio verde. I delicati fiori imbutiformi, di color lilla violaceo.

Ogni fiore si schiude ai raggi del sole e si serra quando è buio o piove; all’interno della sua corolla possiede tre stigmi (organi riproduttivi femminili) di colore rosso vivo, da cui si ricava la spezia.

I nostri stigmi di zafferano ZOI contengono oltre 150 sostanze aromatiche volatili, componenti il suo olio essenziale. Inoltre è uno degli alimenti più ricchi di carotenoidi (crocetina, α-crocina, picrocrocina e safranale) che conferiscono il tipico colore giallo-oro alle pietanze, e vitamine AB1 (tiamina) e B2 (riboflavina). 

i nostri fiori coltivati rigorosamente con stile biologico

Oltre a questo, la polvere del nostro zafferano ZOI è una miniera di sostanze preziose per l’organismo: essendo uno dei più potenti antiossidanti, contrasta i radicali liberi, responsabili dell’accelerazione dell’invecchiamento cellulare. Inoltre favorisce le funzioni digestive, stimola l’apparato digerente, aumentando la secrezione di bile e di succhi gastrici.

lo zafferano si sta rivelando rimedio naturale molto efficace anche per molti disturbi legati allo stile di vita moderno come stress e depressione. Recenti studi hanno, infatti, evidenziato che lo zafferano possiede proprietà e benefici sulla parte del sistema nervoso che regola i recettori sensoriali del movimento dei muscoli e delle articolazioni, esercitando perciò un’azione calmante, analgesica e antispasmodica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *